Seregni e Sarzilla da applausi alla WTCS Bermuda

Di questa WTCS Bermuda, disputata domenica 6 novembre, sarà impossibile dimenticarsi per le emozioni e i risultati che ha portato in casa DDS-7MP Triathlon Team. Bianca Seregni e Michele Sarzilla hanno infatti chiuso la penultima tappa del circuito internazionale che a fine mese assegnerà, ad Abu Dhabi, i titoli mondiali della triplice, rispettivamente al decimo e al quattordicesimo posto. Una gara che schierava al via molti dei migliori protagonisti del triathlon mondiale e che li ha visti entrambi capaci di prestazioni di grande personalità.

La competizione si è disputata su distanza olimpica: 1,5 km di nuoto, 40 km di ciclismo e 10 km di corsa. Sarzilla ha fermato il cronometro a 1:50’59”, Seregni a 2:05’01”.

Sono saliti sul gradino più alto del podio il francese Vincent Luis, con un tempo di 1:49’37” e l’atleta di casa Flora Duffy, in 2:01’26”.
CLASSIFICHE COMPLETE

Michele Sarzilla | WTCS Bermuda (Foto: World Triathlon)

LA PAROLA A COACH DIAMANTINI

Simone Diamantini su Michele Sarzilla: «Michele ha raggiunto uno standard di rendimento da WTCS, dimostrando di poter costantemente misurarsi con i migliori del mondo. Ha gestito bene la frazione di nuoto e anche in quella ciclistica è rimasto nel primo gruppo, capeggiato dai norvegesi Iden e Blummenfelt, controllando nel migliore dei modi lo sviluppo della gara. Anche nell’ultima frazione, quella di corsa, è partito con l’idea di rimanere tra i primi ed è riuscito a farlo bene. Quella delle Bermuda è una gara molto ostica, basta il minimo errore per finire nelle retrovie: è un percorso ricco di salite e curve tecniche e ha un parterre di partecipanti di livello altissimo. E come se non bastasse devi vedertela anche con il fuso orario e con un clima più che variabile, capace di regalarti nel giro di poche ore pioggia, sole e alti livelli di umidità. Siamo contenti e orgogliosi per il risultato e soprattutto perché è riuscito a raggiungere e a mantenere un’alta qualità di prestazione.»

Simone Diamantini su Bianca Seregni: «Con Bianca siamo partiti ponendoci obiettivi diversi rispetto a Michele. Fondamentale era che continuasse a conoscere il mondo delle WTCS, dopo l’esordio nel circuito a Cagliari a inizio ottobre, al di là della prestazione e del piazzamento che ne sarebbero scaturiti. Ne eravamo convinti noi e anche la Federazione Italiana Triathlon. E Bianca ci ha sorpreso: ha fatto un nuoto con una grande personalità uscendo per prima dall’acqua e facendo di tutto per tenere dietro la campionessa olimpionica a Tokyo 2020 nonché atleta di casa e poi prima al traguardo Flora Duffy. Nel ciclismo ha dimostrato ottimi progressi, ha mantenuto una grande lucidità all’interno della gestione del gruppo in cui pedalava. Certo, bisogna migliorare ancora diversi aspetti, ma ha chiaramente provato come riesca a rendere anche sui percorsi più duri. Nella corsa, infine, è stata bravissima. Avremmo forse potuto provare qualche cosa in più, ma il risultato finale ci soddisfa davvero tanto. È un risultato incredibile soprattutto per una ragazza giovane ed emergente come Bianca, che – non scordiamolo – ha iniziato soltanto nella scorsa stagione a partecipare a gare internazionali. A Bermuda ha battuto atlete che hanno corso Olimpiadi e Mondiali e che potevano contare su un’esperienza ovviamente molto più lunga e preziosa della sua.»

Bianca Seregni | WTCS Bermuda (Foto: World Triathlon)

 

Michele Sarzilla | WTCS Bermuda (Foto: World Triathlon)

Share this article