Milano e Candia tra vittorie, podi e test di livello

Tornare all’Idroscalo di Milano, location storica del triathlon italiano, è sempre un’emozione. E così è stato anche sabato 7 maggio, con il triathlon sprint e olimpico. Il primo ha visto salire il DDS-7MP Triathlon Team sul gradino più alto del podio con Bianca Seregni. A farle compagnia, Hagar Cohen Kalif, terza.

Da Milano a Candia Canavese (TO), dove domenica 8 maggio la squadra ha festeggiato un’altra vittoria (con Eva Serena nel triathlon medio) e un altro terzo posto (con Bianca Brambilla nell’olimpico).

È stato un week end ricco di agonismo, sorrisi e qualche rimpianto, in cui si è potuto testare la forma di alcuni dei ragazzi di Luca Sacchi, Fabio Vedana e Simone Diamantini.

Il podio femminile del Milano Triathlon su distanza sprint con Bianca Seregni prima e Hagar Cohen Kalif seconda (Foto: FollowYourPassion).

QUI MILANO

Due gare in un giorno. Al mattino, il triathlon sprint (750 m di nuoto, 20 km di ciclismo e 5 km di corsa), che ha premiato Bianca Seregni (in gara con il body delle Fiamme Oro), prima in 58’27”, seguita dalla compagna di allenamento nel 7MP Squad, la rumena Antoanela Manac (59’43”), seconda, e dalla team-mate Hagar Cohen Kalif (1:01’09”), terza.

Tra gli uomini, top 10 per Federico Zamò (56’10”), che si è classificato settimo assoluto e primo tra gli S1. Una settimana da ricordare per “Fede”, che il giorno precedente ha concluso il master universitario in “Risorse Umane e Nuove Organizzazioni”. Test più che buoni anche per i suoi compagni di squadra Stefano Micotti che, ancora alle prese con un virus intestinale, è giunto dodicesimo in 57’41”, vincendo la categoria S2, e Carlo Bortoloso (57’46”), tredicesimo sulla finish line. La gara è stata dominata da Nicolò Ragazzo (Valdigne Triathlon, 54’44”).

Nel pomeriggio, spazio alla distanza olimpica (1,5 km di nuoto, 40 km di ciclismo e 10 km di corsa), gara in cui Andrea Figini ha conquistato la nona piazza in 1:50’12”. Primo è giunto Matteo Montanari (Lycos Triathlon Team, 1:46’13”).

CLASSIFICHE COMPLETE TRIATHLON OLIMPICO E SPRINT MILANO

Eva Serena sul gradino più alto del podio del Triathlon medio di Candia.

QUI CANDIA

Eva Serena fa suo il Triathlon Medio di Candia Canavese (TO), disputato domenica 8 maggio sulle distanze di 1,9 km di nuoto, 81 km di ciclismo e 21 km di corsa, tagliando il traguardo dopo 4:08’55” sulla triatleta professionista Federica De Nicola (CUS Pro Patria Milano, 4:12’54”). Nella stessa gara ottima prestazione di Jeff Cook, che ha chiuso al quinto posto in 3:43’34”. A vincere è stato Dario Giovine (Pool Cantù 1999, 3:33’19”).

Nel triathlon olimpico no draft (1,5 km di nuoto, 40 km di ciclismo e 10 km di corsa) Bianca Brambilla è salita sul terzo gradino del podio fermando il cronometro a 2:20’41”, dietro la prima classificata Silvia Visaggi (Torino Triathlon, 2:10’05”) e Beatrice Taverna (Triathlon Legnano, 2:18’20”).

CLASSIFICHE COMPLETE TRIATHLON MEDIO E OLIMPICO NO DRAFT CANDIA

Bianca Brambilla si classifica al terzo posto del Triathlon olimpico no draft di Candia.

PARLA COACH DIAMANTINI

Simone Diamantini: «Abbiamo scelto di esserci a Milano, perché è una competizione dal percorso sicuro e con la frazione di nuoto in acque libere. Ci serviva fare un test gara e ne è scaturito un allenamento interessante e probante, molto tirato. Seregni ha vinto, Cohen Kalif è arrivata terza, ottimo così. Per la prima è stato un inverno molto impegnativo, in cui abbiamo lavorato bene, tra giorni buoni e meno buoni – quando si è ammalata di Covid –, ma ora siamo sulla strada giusta. Sarà un anno impegnativo e ambizioso che affronteremo come gruppo di lavoro: lei, noi del DDS-7MP e le Fiamme Oro. Cohen Kalif è in pieno recupero, dopo l’infortunio occorsole nella tappa del Gran Prix svizzero lo scorso mese. Zamò e Bortoloso hanno messo in evidenza una buona forma, che dà fiducia per il lavoro che ci aspetta già da domani. Micotti ha fatto un vero e proprio miracolo, era nel letto fino al giorno prima per un virus intestinale: è stato protagonista di un’ottima prova sia in nuoto sia in bici. Nell’olimpico ottima prova anche per Andrea Figini, da poco con noi. Senza sbavature la sua performance in bici, buona anche la corsa.»

«A Candia Eva ha fatto una grandissima gara in un giorno che non stava benissimo. Ha dato prova di conoscere sempre più il suo corpo, diventando un’atleta più solida. A piedi ha fatto… Eva. Ovvero quello che sa fare: correre bene, soprattutto nella seconda parte, su un percorso non proprio pianeggiante, quindi abbastanza impegnativo. Per lei è la terza vittoria di stagione, dopo Manerba del Garda e Irondelta. Era presente anche sua mamma… Conoscete modo migliore per festeggiare la sua festa?»

Bianca Seregni è la più veloce nel Milano Triathlon su distanza sprint (Foto: FollowYourPassion).

Share this article