Lignano Sabbiadoro: test superato a suon d’argento e bronzo

Tra presente e futuro. Si è cullato così il week end del 23 e 24 aprile per il DDS-7MP Triathlon Team. Un presente impreziosito da oro (Bianca Brambilla), argento (Michele Sarzilla) e bronzo (Gaspar Riveros). Il primo nell’ultracycling Race Across Italy, il secondo e terzo nel Triathlon Sprint di Lignano Sabbiadoro (UD). Un futuro (prossimo) che per Sarzilla e Riveros si tinge di internazionale, con – all’orizzonte – la World Triathlon Championship Series di Yokohama (Giappone, il 14 maggio).

ARGENTO E BRONZO PER UN FUTURO D’ORO

Una gara in testa, a tu per tu, con Gianluca Pozzatti: il duello già visto in molte gare si è ripetuto nello sprint di Lignano Sabbiadoro (UD), disputatosi sabato 23 aprile, e Sarzilla, questa volta, ha usato più la testa che le gambe e ha sforzato fino a un certo punto perché tra tre settimane (14 maggio) sarà al via della World Triathlon Championship Series a Yokohama, in Giappone. Troppo importante per rischiare di non poter allenarsi per qualche giorno per recuperare le forze. Bene così.

Michele ha tagliato il traguardo, dopo 750 m di nuoto, 20 km di ciclismo e 5 km di corsa, in 49’21”, a due secondi soltanto dal vincitore Pozzatti (49’19”).

A completare il podio ci ha pensato Gaspar Riveros, terzo in 51’04”. Anche per lui un ottimo test in vista della WTS giapponese.

CLASSIFICHE COMPLETE

NUOVE EMOZIONI

Da Silvi Marina a Campo Imperatore, per 300 km e 4.600 m di dislivello positivo, senza alcun supporto, in sella alla sua bicicletta. È la Race Across Italy, la gara di ultracycling che Bianca Brambilla, all’esordio nella specialità, domenica 24 aprile ha dominato tagliando per prima il traguardo e indossando la maglia tricolore ACSI (Associazione Centri Sportivi Italiani).

Bianca Brambilla, prima nella Race Across Italy 300 km.

PARLANO COACH DIAMANTINI E VEDANA

Simone Diamantini: «L’obiettivo del triathlon di Lignano era quello di fare una classica messa in gara, in cui ripetere in condizioni di sicurezza quello che è stato svolto in allenamento, tra l’altro con il nuoto in acque libere. Tipo di prova che Sarzilla e Riveros ritroveranno nelle prossime gare internazionali.»

«Riguardo alla competizione, Michele ha ottenuto un ottimo risultato. Un secondo posto, dopo aver duellato con Gianluca Pozzatti, che ha un buon livello di performance, e soprattutto senza rischiare e senza accusare dolori nel post-gara. Ha provato anche a vincere, ma a un certo punto ha preferito “riguardarsi” in vista di Yokohama. Era fondamentale che fosse nuovamente pronto ad allenarsi fin dal giorno dopo. Per Gaspar si è rivelato un buon test. C’è sicuramente da lavorare sui dettagli, ma la strada imboccata è quella giusta.»

Fabio Vedana: «Un altro week end di gare, un altro week end di soddisfazioni. A Lignano Sabbiadoro, con i ragazzi, abbiamo fatto una messa in gara per le competizioni internazionali, in particolar modo, in vista della World Triathlon Championship Series di Yokohama di metà maggio. È stato un buon allenamento, culminato in più che buoni risultati sia per Michele Sarzilla sia per Gaspar Riveros.»

«Poi, domenica, è arrivata la graditissima sorpresa di Bianca Brambilla. La nostra “doc”, alla prima esperienza nell’ultracycling, ha vinto la Race Across Italy 300 km nella categoria non supportati, conquistando anche la maglia tricolore. Una grande soddisfazione per lei e per noi. Abbiamo cercato uno stimolo nuovo e abbiamo centrato l’obiettivo. Ora tornerà alle gare di triathlon. Questa è stata una parentesi, anche se in futuro chissà…»

Il podio maschile del Triathlon Sprint Lignano Sabbiadoro.

Share this article